Category Archives: Comunicati Stampa

ODG 128 MURO

La Camera,

premesso che:

l’unità d’Italia oltre ad essere un dato di fatto acquisito e patrimonio generalmente accettato da tutti gli italiani è una risorsa per l’intero Paese soprattutto in un periodo nel quale si tende ad unificare più Stati e la competizione globale,non solo economica, obbliga ad unire le sinergie anziché dividerle;

la recente proposta della Lega Nord di spostare alcuni Ministeri nel territorio del Nord, al di là della natura demagogica dettata dal contingente momento politico,dimostra come il governo sia sempre più ostaggio delle pretese leghiste che tendono più alla affermazione di politiche localiste e disgregative che alla soluzione sistemiche delle problematiche che attanagliano il nostro paese;

Comunicato Stampa 01/06/2011

COMUNICATO STAMPA

MURO (FLI): BERLUSCONI MORTIFICA IL SUD E LA SUA CLASSE DIRIGENTE.

Accostare il ministro Carfagna alla Camorra non fa onore né alla città di Napoli, né al ministro stessa –ha dichiarato il coordinatore regionale di Futuro e Libertà per l’Italia, on. Luigi Muro-. Noi non sottovalutiamo l’incidenza della criminalità nella gestione della città di Napoli, ma ciò non può comportare il giudizio su Mara Carfagna come di un soggetto abbisognevole di tutela, dopo aver dato ottima prova delle sue capacità sia istituzionali, promuovendo leggi utili per il paese, sia di consenso, ottenendo una ottima affermazioni alle scorse regionali. Le dichiarazioni del presidente del consiglio confermano da un lato la sua incapacità di comprendere il Mezzogiorno, quando semplifica la realtà Campana divisa tra camorristi e non, dall’altro l’assenza di senso istituzionale, quando considera i deputati come suoi dipendenti e in particolare le donne come incapaci di affrontare prove importanti come l’amministrazione di realtà complesse come la città di Napoli. Il risultato elettorale dimostra –ha concluso l’on. Luigi Muro- che il Centrodestra ha bisogno di voltare pagina soprattutto nel modo di far politica, guardando a quelle donne e uomini che conoscono il territorio e promuovano politiche partecipate e condivise.

Ordine del Giorno 4362

Approvato all’ unanimità l’ Ordine del giorno A.C. 4362  per il voto all’ estero ai marittimi proposto alla Camera  dall’ on. Luigi Muro

In Italia, purtroppo, il diritto di voto è negato ai marittimi in navigazione e nei porti stranieri dalla mancanza di una legge che, come avviene per i residenti all’estero e per i militari in missione, assicuri l’esercizio di questo fondamentale diritto. La partecipazione politica rappresenta un principio fondamentale di ogni democrazia e, pertanto, il diritto-dovere di voto deve essere garantito a tutti i cittadini. “E’ doveroso ovviare ad una carenza normativa che si protrae da oltre mezzo secolo e dare effettività all’esercizio di voto anche ai cittadini temporaneamente all’estero, in quanto imbarcati in ragione dello svolgimento della propria attività lavorativa, attraverso la previsione di semplificate metodologie di voto per corrispondenza, e della possibilità per i naviganti, fuori residenza per motivi d’imbarco di votare sulla nave sulla quale si trovano, o di utilizzare gli uffici consolari legittimati” – dichiara l’ on. Muro. L’ Approvazione all’ unanimità dell’ Ordine del giorno A.C. 4362  per il voto all’ estero ai marittimi proposto alla Camera  dall’ on. Luigi Muro impegna il Governo a rivedere tempestivamente la legislazione vigente in materia, attraverso norme che rispondano, con rigore ed efficacia, alle particolari esigenze giuridiche e pratiche dell’esercizio del voto a bordo e all’estero, al fine di assicurare, finalmente, l’esercizio effettivo del diritto di voto ai lavoratori marittimi, in analogia a quanto previsto per i cittadini militari che si trovano all’estero. L’ iniziativa di Muro è accolta con soddisfazione dall’ isola di Procida, già nell’ ottobre 2010 la giunta comunale di Procida aderiva con delibera n.163 al comitato
“Voto ai Marittimi” consapevole della grande valenza che questa  categoria ha sul panorama nazionale e internazionale. E’ tempo di accelerare il percorso legislativo necessario ad ottenere una legge che riconosca ai marittimi imbarcati il diritto di voto.

Comunicato Stampa