Monthly Archives: settembre 2011

MURO (FLI): PIANO SUD CHIMERA, FITTO E GELMINI OFFENDONO INTELLIGENZA ITALIANI

“Il Piano Nazionale per il Sud era stato varato dal governo il 26 novembre, dopo l’ennesima recriminazione del premier nei confronti di Fini,giudicato alla stregua di un “impedimento” umano alla realizzazione delle fantomatiche riforme liberali, chimere del berlusconismo della prima e dell’ultima ora”. Lo dichiara Luigi Muro, deputato Fli e coordinatore regionale in Campania.

“Eppure nulla abbiamo visto realizzato per il Mezzogiorno, né dal punto di vista delle infrastrutture che, rappresentano il principale handicap per tale regione del mediterraneo, né dal punto di vista dello sviluppo che può essere attivato e raggiunto solo da una politica che investa e produca occupazione grazie al turismo ed alle magnifiche risorse storico-ambientali del SUD.

Viceversa il Governo, oltre a proclami e sprechi,non ha prodotto alcunchè e,incurante dei disastrie conomici ed ambientali procurati dalla sua inerzia”, annuncia ,oggi con i  boriosi ministri Fitto e Gelmini   lo stanziamento di 1 miliardo di euro per le università del Sud.

C’è da chiedersi, se il problema, o comunque l’aspetto su cui sarebbe stato necessario incidere tempestivamente, siano davvero gli atenei. Tra l’altro, chiunque abbia studiato al Sud sa che poco o nulla cambia nell’efficienza e nell’organizzazione delle università tra Nord e Sud. L’ennesima offesa all’intelligenza degli italiani”, conclude Muro.

RIFIUTI: MURO (FLI), BERLUSCONI HA FALLITO E UMILIA NAPOLI

(ANSA) – NAPOLI, 29 SET – ”La decisione della Commissione UE di avviare la procedura di infrazione nei confronti dell’Italia per la questione dei rifiuti a Napoli e’ un chiaro segno del fallimento di questo governo. Silvio Berlusconi non ha rispettato gli impegni presi piu’ volte con i napoletani, sia prima che dopo il 2008, ed oggi oltre a questo umiliante
richiamo europeo ci ritroviamo con una citta’ ricoperta dalla monnezza”. Lo dichiara il deputato di FLI e coordinatore regionale della Campania, Luigi Muro.
”A nulla servono le scuse del ministro Prestigiacomo che vorrebbe riportare i fatti incriminati a prima del 2008 addossando le colpe ad altri. La sconfitta di questo governo non e’ tanto nella procedura di infrazione inferta dalla Ue ma dall’assenza di volonta’ e di capacita’ nel determinare una chiara ripartizione delle competenze tra i vari livelli di
governo nella gestione del ciclo integrato dei rifiuti, incrementando la consueta e caotica politica dell’emergenza. Il solito ‘bordello’ berlusconiano”, conclude Muro. (ANSA).

 

 

MURO (FLI): PIANO SUD CHIMERA, FITTO E GELMINI OFFENDONO INTELLIGENZA ITALIANI.

“Il Piano Nazionale per il Sud era stato varato dal governo il 26 novembre, dopo l’ennesima recriminazione del premier nei confronti di Fini, giudicato alla stregua di un “impedimento” umano alla realizzazione delle fantomatiche riforme liberali, chimere del berlusconismo della prima e dell’ultima ora”. Lo dichiara Luigi Muro, deputato Fli e coordinatore regionale in Campania.

“Eppure nulla abbiamo visto realizzato per il Mezzogiorno, né dal punto di vista delle infrastrutture che, rappresentano il principale handicap per tale regione del mediterraneo, né dal punto di vista dello sviluppo che può essere attivato e raggiunto solo da una politica che investa e produca occupazione grazie al turismo ed alle magnifiche risorse storico-ambientali del SUD.

Viceversa il Governo, oltre a proclami e sprechi, non ha prodotto alcunché e, incurante dei disastri economici ed ambientali procurati dalla sua inerzia”, annuncia ,oggi con i boriosi ministri Fitto e Gelmini lo stanziamento di 1 miliardo di euro per le università del Sud.

C’è da chiedersi, se il problema, o comunque l’aspetto su cui sarebbe stato necessario incidere tempestivamente, siano davvero gli atenei. Tra l’altro, chiunque abbia studiato al Sud sa che poco o nulla cambia nell’efficienza e nell’organizzazione delle università tra Nord e Sud. L’ennesima offesa all’intelligenza degli italiani”, conclude Muro.

 

 

RIFIUTI: MURO (FLI), BERLUSCONI HA FALLITO E UMILIA NAPOLI.

(ANSA) – NAPOLI, 29 SET – ”La decisione della Commissione UE di avviare la procedura di infrazione nei confronti dell’Italia per la questione dei rifiuti a Napoli è un chiaro segno del fallimento di questo governo. Silvio Berlusconi non ha rispettato gli impegni presi più volte con i napoletani, sia prima che dopo il 2008, ed oggi oltre a questo umiliante richiamo europeo ci ritroviamo con una città ricoperta dalla monnezza”. Lo dichiara il deputato di FLI e coordinatore regionale della Campania, Luigi Muro.
”A nulla servono le scuse del ministro Prestigiacomo che vorrebbe riportare i fatti incriminati a prima del 2008 addossando le colpe ad altri. La sconfitta di questo governo non è tanto nella procedura di infrazione inferta dalla Ue ma
dall’assenza di volontà e di capacità nel determinare una chiara ripartizione delle competenze tra i vari livelli di governo nella gestione del ciclo integrato dei rifiuti, incrementando la consueta e caotica politica dell’emergenza. Il
solito ‘bordello’ berlusconiano”, conclude Muro. (ANSA).

Interrogazione a risposta immediata 3.01855 del 27 settembre 2011 presentata dall’on. Muro e risposta in aula mercoledì 28 settembre 2011

Interrogazione a risposta immediata 3.01855 del 27 settembre 2011

presentata dall’on. Muro

Risposta in Aula mercoledì 28 settembre 2011

Iniziative del Governo in ordine ai sequestri delle navi Savina Caylyn

e Rosaria D’Amato e alla liberazione degli ostaggi

MURO

Al Ministro degli affari esteri.

– Per sapere – premesso che:

dal mese di febbraio 2011 sono state poste sotto sequestro, unitamente agli equipaggi, la moto nave «Savina Caylyn» e, dal mese di aprile 2011, la moto nave «Rosalia D’Amato»;

MURO ( FLI) : RIFIUTI IN CAMPANIA : PREMIER INCAPACE E LEGA “SINDACATO TERRITORIALE “

IL FORTE MONITO DELLA COMMISSIONE UE PER LA MANCATA SOLUZIONE DEL ” PROBLEMA RIFIUTI” A NAPOLI ED IN CAMPANIA HA SMASCHERATO ,OVE MAI VE NE FOSSE ANCORA BISOGNO,IL BLUFF DEL PRESIDENTE BERLUSCONI CHE PIU’ VOLTE HA PROCLAMATO LA CESSAZIONE DELL’EMERGENZA E LA SOLUZIONE A REGIME DELLA PROBLEMATICA CHE ATTANAGLIA NAPOLI E LA CAMPANIA DA ANNI- HA COMMENTATO L’ON LUIGI MURO COORDINATORE REGIONALE PER LA CAMPANIA DI FLI-. 

INTERROGAZIONE PARLAMENTARE 27/09/2011

Al Presidente del Consiglio ed al Ministro per gli Affari Esteri per sapere

PREMESSO

che sin dallo scorso mese di febbraio sono state poste sotto sequestro unitamente agli equipaggi la M/N “SAVINA CAYLIN e dal mese di aprile 2011 la M/N  Rosalia D AMATO

che nonostante numerose assicurazioni il tempo intercorso non risulta tollerabile anche nonostante la assoluta ragionevolezza delle famiglie degli undici marittimi italiani sequestrati

MURO ( FLI) : RIFIUTI IN CAMPANIA : PREMIER INCAPACE E LEGA “SINDACATO TERRITORIALE “

IL FORTE MONITO DELLA COMMISSIONE UE PER LA MANCATA SOLUZIONE DEL ” PROBLEMA RIFIUTI” A NAPOLI ED IN CAMPANIA HA SMASCHERATO ,OVE MAI VE NE FOSSE ANCORA BISOGNO,IL BLUFF DEL PRESIDENTE BERLUSCONI CHE PIU’ VOLTE HA PROCLAMATO LA CESSAZIONE DELL’EMERGENZA E LA SOLUZIONE A REGIME DELLA PROBLEMATICA CHE ATTANAGLIA NAPOLI E LA CAMPANIA DA ANNI- HA COMMENTATO L’ON LUIGI MURO COORDINATORE REGIONALE PER LA CAMPANIA DI FLI-.

D’ALTRO CANTO LA PENOSA VICENDA PARLAMENTARE DELL’UTLIMO DECRETO RIFIUTO GIA’ DALLA SCORSA ESTATE AVEVA FATTO RISALTARE L’INCAPACITA’ DEL GOVERNO DI PROPORRE SOLUZIONI VALIDE SOPRATTUTTO PERCHE’ SOTTOPOSTO AL RICATTO DELLA LEGA FORZA POLITICA OAMAI RIPIEGATA IN UNA SORTA DI ” SINDACALISMO TERRITORIALE”.

LA MAGISTRATURA AMMINISTRATIVA AVEVA SOPPERITO ALLE MANCANZE DEL GOVERNO E ALLA SUPPONENZA DEL SINDACO DE MAGISTRIS MA CERTAMENTE NON POTEVA SODDISFARE LE ESIGENZE REALI DEL TERRITORIO CAMPANO E NAPOLETANO.

IN QUESTI GIORNI,TRA L’ALTRO, SI RIVEDONO IN PIù QUARTIERI DI NAPOLI CUMULI DI RIFIUTI.

C’E’ BISOGNO- CONCLUDE MURO-DI UN GRANDE SFORZO E DI UNA CAPACE AZIONE POLITICA CHE QUESTO GOVERNO LEGATO AI PROBLEMI GIUDIZIARI DEL PREMIER ED ALL ‘EGOISMO DELLA LEGA NON PUò PIU’ GARANTIRE.

MURO ( FLI) : RIFIUTI IN CAMPANIA : PREMIER INCAPACE E LEGA “SINDACATO TERRITORIALE “

“Il forte monito della Commissione UE per la mancata soluzione del “problema rifiuti” a Napoli  ed in Campania ha smascherato, ove mai ve ne fosse ancora bisogno, il bluff del Presidente Berlusconi che più volte ha proclamato la cessazione dell’emergenza e la soluzione a regime della problematica che attanaglia Napoli e la Campania da anni”, ha commentato l’On. Luigi Muro Coordinatore Reginale per la Campania di FLI.

D’altro canto la penosa vicenda parlamentare dell’ultimo decreto rifiuto già dalla scorsa estate aveva fatto risaltare l’incapacità del Governo di proporre soluzioni valide soprattutto perché sottoposto al ricatto della Lega, forza politica ormai ripiegata in una sorta di “sindacalismo territoriale”. La magistratura amministrativa aveva sopperito alle mancanze del Governo e alla supponenza del sindaco De Magistris ma certamente non poteva soddisfare le esigenze reali del territorio campano e napoletano. In questi giorni, tra l’altro, si rivedono in più quartieri di Napoli cumuli di rifiuti. “C’è bisogno”, conclude Muro, “ di un grande sforzo e di una capace azione politica che questo Governo legato ai problemi giudiziari del Premier ed all’egoismo della Lega non può più garantire”

 

INTERROGAZIONE PARLAMENTARE SEQUESTRO SAVINA CAYLYN E ROSALIA D’AMATO

Al Presidente del Consiglio ed al Ministro per gli affari esteri per sapere

 

PREMESSO

che sin dallo scorso mese di febbraio sono state poste sotto sequestro unitamente agli equipaggi la M/N “SAVINA CAYLIN e dal mese di aprile 2011 la M/N Rosalia D AMATO

che nonostante numerose assicurazioni il tempo intercorso non risulta tollerabile anche nonostante la assoluta ragionevolezza delle famiglie degli undici marittimi italiani sequestrati

che ,in particolare, si sono mobilitati cittadini ed istituzioni a sostegno delle legittime aspettative dei marittimi e delle loro famiglie fino ad arrivare ad una partecipata manifestazione tenutasi a Roma il 7 settembre scorso a margine della quale le famiglie hanno incontrato i vertici istituzionali ed in particolare il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio On.le Gianni Letta